Parco della Memoria Storica

Il Parco:l’antico centro: “La Pompei del ‘900”

Salendo le stradine selciate ad ampi gradini si viaggia nella storia, tra le rovine dell’antico borgo di San Pietro Infine (X-XI sec d.C.) completamente distrutto nel dicembre del ’43 durante gli eventi bellici della Seconda Guerra Mondiale.

L’antico centro, seppur distrutto, conserva ancora l’impianto urbanistico di tipo medioevale, con le sue chiese, i pontili e le mura di cinta, intervallate da torri quadrangolari, erette a difesa del borgo.

Le rovine di San Pietro restano a testimonianza delle atrocità della guerra e costituiscono una sorta di museo all’aperto, un luogo della memoria, riconosciuto come “Monumento Nazionale” con D.Lgs. del 18 marzo del 2008.


Il Parco:le “Grotte della Valle”

Percorrendo un sentiero immerso nel verde della vegetazione circostante, si costeggia il vallone ad ovest del paese e si arriva nella zona, sottostante al vecchio centro, in cui nell’autunno del ’43 i sampietresi utilizzarono , a mo’ di rifugio , le cosiddette “Grotte della Valle”.

Questi rifugi permisero a più di 500 civili di sopravvivere ai bombardamenti e oggi restano a testimoniare la tenacia e l’attaccamento alla propria terra di un popolo che si rifiutò di abbandonare il proprio paese.

  • Come raggiungerci
    Da Roma e da Napoli, autostrada A1, uscita casello San Vittore del Lazio, procedere in direzione Venafro – Isernia.
  • Giorni e Orari di apertura
    Orario estivo:Sabato e Domenica
    Mattina:10:30 – 13:00 Pomeriggio:15:30 – 18:30>
  • Info e prenotazioni
    +39 334 221 9289