Stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi
anno 2021

E’ FATTO DIVIETO , dal 15 Giugno 2021 al 20 Settembre 2021, sul territorio del comune di San Pietro Infine , di bruciare vegetali, loro residui o altri materiali connessi all’esercizio delle attività agricole nei terreni agricoli, anche se incolti, negli orti, giardini, parchi pubblici e privati nonché la combustione di residui vegetali forestali .

È fatto obbligo di attenersi alle norme previste dal Regolamento “Prescrizioni di Massima e di Polizia Forestale”, Allegato C) alla legge regionale 7 maggio 1996, n. 11, cosi come modificato dai D.P.G.R. n° 484 del 14/06/2002 e n°387 del 16.06.2003, alcune delle quali vengono appresso menzionate

  • Durante il periodo di grave pericolosità per gli incendi boschivi sull’intero territorio del Comune di San Pietro Infine è sempre espressamente vietato:
  • accendere fuochi di ogni genere;
  • far brillare mine o usare esplosivi;
  • usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli;
  • usare motori (fatta eccezione per quelli impiegati per eseguire i lavori forestali autorizzati e non in contrasto con le PMPF e d’altre norme vigenti), fornelli o inceneritori che producano
    faville o brace;
  • fumare, gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese e compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo immediato o mediato di incendio;
  • esercitare attività pirotecnica, accendere fuochi d’artificio, lanciare razzi di qualsiasi tipo e/o mongolfiere di carta meglio note come lanterne volanti dotate di fiamme libere, nonché altri
    articoli pirotecnici;
  • transitare e/o sostare con autoveicoli su viabilità non asfaltata all’interno di aree boscate, fatta eccezione per i mezzi di servizio e per le attività agro-silvo- pastorali, nel rispetto delle
    norme e regolamenti vigenti
    .

per i commi da n.1 a n.21 consultare in allegato l’ordinanza sindacale n.5

  •  E’ FATTO OBBLIGO a tutti i proprietari, conduttori, detentori, a qualsiasi titolo, di aree confinanti con strade, boschi, abitazioni sparse, centri urbani, strutture turistiche, artigianali e industriali, di provvedere, con decorrenza immediata, alla rimozione dai terreni di ogni residuo vegetale o qualsiasi materiale che possa favorire l’innesco di incendi e la propagazione del fuoco;
  • E’ FATTO OBBLIGO ai proprietari o detentori delle aree boscate di provvedere al decespugliamento laterale ai boschi (lungo il perimetro di aree boscatc, va creata una fascia di rispetto, priva di vegetazione, tale da ritardare o impedire il propagarsi degli incendi);
  • ai sensi dell’art. 15 , lettera i) del Codice della Strada , è vietato gettare dai veicoli in movimento mozziconi di sigaretta sulle strade;
  • È FATTO OBBLIGO ai concessionari di impianti esterni di GPL e gasolio, in serbatoi fissi, per uso domestico o commerciale, di mantenere sgombra e priva di vegetazione l’area
    circostante al serbatoio per un raggio non inferiore a mt.6,00, fatte salve disposizioni che impongono maggiori distanze;

 


E’ fatto obbligo a chiunque spetti, di osservare e fare osservare l’ Ordinanza
relativa alla dichiarazione di grave pericolosita’ incendi boschivi 2021.

 

SI AVVERTE

Che salvo i casi previsti dal Codice Penale o da diversa disposizione di legge, le violazioni alla presente Ordinanza saranno punite, asecondo dei casi, ai sensi della Legge n. 353/2000, della Legge Regionale n.11/1996, del Codice della Strada e dall’art. 7 bis del D Igs, N. 267/2000, ovvero con il pagamento di una somma da un minimo di € 25,00 ad un massimo di € 500,00.
Nel caso di procurato incendio a seguito della esecuzione di azioni e attività determinanti anche solo potenzialmente l’innesco d’incendio sarà applicata una sanzione amministrativa non inferiore ad 1.032,00 e non superiore ad 10.329,00 ai sensi dell’art 10 della Legge n. 353 del 21.11.2000 .


Allegato:
Ordinanza n.5/2021