REDDITO DI EMERGENZA 2021

Cambia e si amplia la platea dei beneficiari del Reddito di Emergenza (Rem) che prevede l’erogazione di tre mensilità straordinarie da marzo a maggio .
La richiesta va presentata all’Inps (anche attraverso i Caf) tra il 7 e il 30 aprile. Perché la domanda venga analizzata è fondamentale essere in possesso di una DSU, la dichiarazione sostitutiva unica fornita dall’Inps anche per il calcolo dell’Isee.

REQUISITI

  • regolare residenza in Italia al momento di presentazione della domanda. La norma non prevede una durata minima di permanenza e questo requisito è verificato con riferimento al solo componente richiedente il Rem;
  • reddito familiare, determinato secondo il principio di cassa, con riferimento al mese di febbraio 2021, inferiore alla soglia corrispondente all’ammontare del beneficio. Per i nuclei familiari che risiedono in affitto, dichiarato in DSU, fermo restando l’ammontare del beneficio, la soglia è incrementata di un dodicesimo del valore annuo del canone di locazione come dichiarato ai fini ISEE.
  • patrimonio mobiliare familiare con riferimento all’anno 2020, verificato al 31 dicembre 2020, inferiore a 10mila euro. Questa soglia è elevata di 5mila euro per ogni componente successivo al primo e fino a un massimo di 20mila euro. La soglia e il massimale sono incrementati di 5mila euro per ogni componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza come definite ai fini ISEE;
  • ISEE, attestato dalla DSU valida al momento della presentazione della domanda, inferiore a 15mila euro. Il requisito relativo al valore ISEE viene verificato, in fase istruttoria, dall’Inps nell’ultima DSU, valida alla data di presentazione della domanda. In caso di nuclei con presenza di minorenni, rileva l’ISEE minorenni al posto di quello ordinario.

Dal reddito di emergenza resta escluso chi percepisce il reddito di cittadinanza e chi ha accesso alle indennità una tantum per lavoratori stagionali, precari e collaboratori dello sport; possono presentare domanda, invece, i lavoratori domestici che hanno percepito l’indennità da mille euro nel 2020.

Il reddito d’emergenza si rivolge anche a quanti hanno visto terminare le indennità Naspi (le cui richieste sono calate con il blocco dei licenziamenti) e Discoll (l’indennità per i collaboratori è invece in forte crescita) tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 e sono ancora senza impiego

COME E QUANDO FARE LA DOMANDA

Il Rem può essere richiesto all’Inps dal 7 al 30 aprile 2021.

La domanda può essere presentata esclusivamente on line attraverso:

  • sito internet dell’Inps autenticandosi con PIN (ricordiamo che l’INPS non rilascia più nuovi PIN a decorrere dal 1° ottobre 2020), SPID, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità Elettronica;
  • istituti di patronato.