Contributo a fondo perduto fino a 500 €/UBA
per il benessere degli animali.
Annualità 2018.

Misura 14 – Benessere animali

Descrizione completa del bando

La misura mira a promuovere la diffusione di tecniche e metodiche di allevamento finalizzate a migliorare le condizioni di salute e benessere degli animali. Gli agricoltori a tal fine sono incoraggiati ad assumere impegni per adottare metodiche allevatoriali tese al raggiungimento di un benessere per gli animali che vada oltre il livello minimo di baseline, rappresentato dalle ordinarie pratiche zootecniche adottate sul territorio regionale e/o dalle disposizioni previste dalla condizionalità.
Le azioni della misura sono volte a mitigare lo stress degli animali allevati attraverso un miglioramento delle condizioni di vita che si ripercuotono in maniera positiva sulle funzioni fisiologiche, parafisiologiche ed etologiche della specie e determinano una minore predisposizione alle malattie.

Soggetti beneficiari

Agricoltori, persone fisiche o giuridiche, in attività.

Tipologia di interventi ammissibili

  • Azione A. Aumento degli spazi disponibili;
  • Azione B. Prolungamento del periodo di allattamento dei vitelli in allevamento dopo il parto nelle aziende bufaline da latte;
  • Azione C. Miglioramento delle condizioni di allevamento delle specie bovine e bufaline per contenere la diffusione di patologie;
  • Azione D. Miglioramento delle condizioni gestionali e sanitarie degli allevamenti ovicaprini.

Entità e forma dell’agevolazione

I pagamenti risultano differenziati in funzione della tipologia di allevamento, della specie animale, del numero di UBA aziendali sotto impegno, del numero di azioni alle quali si aderisce e sono espressi in euro/UBA/anno. Qualora il beneficiario aderisca a più di un’azione l’entità totale del sostegno è determinata dalla somma dei pagamenti previsti dalle singole azioni, nel limite massimo di 500 euro per UBA/anno. L’ammontare massimo del premio erogabile per allevamento/anno è, invece, pari ad euro 60.000,00.

Scadenza

15 maggio 2018