Nuovo Decreto Natale –
restrizioni e regole

Entrata in vigore:19 Dicembre 2020

Conferenza stampa del presidente del Consiglio Giuseppe Conte
Le Misure previste dal Decreto (slides)

In vista delle feste di Natale, Capodanno ed Epifania, il consiglio dei ministri ha varato, un nuovo decreto: 10 giorni di lockdown totale e 4 di chiusure parziali più una nuova stretta agli spostamenti delle festività di fine anno .

  • zona rossa nazionale lunga dieci giorni dal 24 dicembre al 6 gennaio, nei giorni festivi e prefestivi;
  • zona arancione nazionale negli altri giorni feriali:28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio ;

Regole per i «giorni rossi» e gli spostamenti consentiti

  • nei giorni 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020, e nei giorni 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021:
    • chiusi i negozi al dettaglio (tranne quelli inclusi negli allegati 23 e 24 (vedi allegato))
    • chiusi bar e ristoranti (ma si può prendere cibo da asporto fino alle 22, e ordinare a domicilio)
    • divieto di uscire di casa se non per ragioni di salute, lavoro o necessità e urgenza;
    • sarà consentito uscire di casa per andare in visita nelle abitazioni di parenti e amici, pur se rispettando regole precise:
      •  le persone che si spostano non possono essere più di due, a meno che non portino con loro figli minori di 14 anni o persone disabili o non autosufficienti conviventi;
      • lo «spostamento verso le abitazioni private è consentito una volta sola al giorno in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le ore 22», quindi è obbligatorio rispettare il coprifuoco;
      • si può andare «verso una sola abitazione», e questa deve essere «ubicata nella medesima regione»;
      • si esce con l’autocertificazione;

Regole per i giorni «arancioni» e gli spostamenti consentiti

  • nei giorni 28, 29 e 30 dicembre 2020, e nel giorno 4 gennaio 2021, (fatte salvo le Regioni con regole più restrittive):
    • aperti negozi fino alle 21;
    • chiusi bar e ristoranti (ma si può prendere cibo da asporto fino alle 22, e ordinare a domicilio);
    • divieto di spostarsi al di fuori dal proprio comune, ma:
      • si potrà uscire da un Comune se la popolazione non supera i 5.000 abitanti e se il Comune dove ci si vuole spostare non è più lontano di 30 chilometri;
      • vietato in ogni caso uscire dal proprio Comune se ci si vuole recare nel capoluogo di provincia;

Regole che non cambiano

  • restano  in vigore tutte le norme previste dal precedente decreto legge numero 158 all’articolo 1, comma 2:
    • dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome ;
    • sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione;
    • vietato andare nelle seconde case «ubicate in altra Regione o Provincia autonoma» e, il 25, 26 dicembre 2020 e 1 gennaio 2021, anche in altro comune;