Benvenuto nel sito del Comune di San Pietro Infine - testo di prova descrittivo
  • AVVISO Colloquio selezione personale categoria B

    AVVISO – Il colloquio relativo alla selezione riservato esclusivamente al personale del Consorzio Unico di Bacino delle Province di Napoli e Caserta e del Consorzio di bacino Sa2 in liquidazione, è fissato per il giorno Mercoledì 03 Giugno , ore 11:00 , presso i locali del Comune di San Pietro Infine . Info all’interno dell’articolo . […].

  • Ordinanza 49 del 20 Maggio 2020 - Regione Campania

    Emergenza Coronavirus – Fase 2:Il Presidente Vincenzo De Luca firma l’ordinanza n. 49 che riguarda orari commerciali, mercati, autoscuole . Maggiori Info all’interno dell’articolo . […]

  • Ripresa attività Mercato Comunale

    Si avvisa la cittadinanza che , a partire da venerdì 22 Maggio 2020,, riprenderanno le attività mercatali anche per le categorie merceologiche diverse dalle rivendite di generi alimentari. Obbligatoria l’osservanza delle misure precauzionali (guanti/mascherine,distanza) […] .

  • Ordinanza 48 del 17 Maggio 2020 - Regione Campania

    Emergenza Coronavirus – Fase 2:Il Presidente Vincenzo De Luca firma l’ordinanza n. 48 che , tra le altre, disciplina le riaperture previste a partire da lunedì 18 maggio 2020 . Maggiori Info all’interno dell’articolo . […]

  • L'ANPCI si allea con San Pietro Infine

    Anche l’A.N.P.C.I. (Associazione Nazionale Piccoli Comuni d’Italia) condivide e fa proprie le osservazione del Sindaco di San Pietro Infine, Mariano Fuoco, e invia a sua volta una lettera al Presidente del Consiglio e al Governatore della Regione Campania . La missiva all’interno dell’articolo […] .

  • BONUS RIVOLTI ALLE PERSONE CON DISABILITÀ NON COPERTE DAL FONDO NON AUTOSUFFICIENTI

    Avviso Pubblico di manifestazione d’interesse per l’erogazione di un bonus in favore delle persone con disabilità anche non grave, con priorità ai bambini con disabilità (anche autistica) in età scolare .
    Dettagli, avviso e modulo di richiesta all’interno dell’articolo. […]

  • Obbligo utilizzo mascherine per tutti i cittadini

    Avviso alla cittadinanza Dal 4 maggio 2020 è obbligatorio usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto. Maggiori info all’interno dell’articolo […] .

  • Misure di prevenzione negli esercizi commerciali aperti al pubblico

    Avviso alla Cittadinanza – all’interno dell’articolo l’elenco degli esercizi commerciali aperti al pubblico a partire dal 4 Maggio, ai sensi del DPCM 26 aprile 2020, le indicazioni e le misure di prevenzione da applicare . […]

  • Apertura Cimitero Comunale

    AVVISO – a partire da Mercoledì 6 maggio riaprirà il Cimitero Comunale . Giorni e orari all’interno dell’articolo […].

  • CORONAVIRUS - Autocertificazione - Modello maggio 2020

    Autocertificazione:(disponibile all’interno dell’articolo) nello spazio destinato alle dichiarazioni:“visita a congiunti” (indicando il grado di parentela) senza indicare assolutamente il nome della persona che si va a trovare. […]

  • Ordinanza n.42 del 02 Maggio 2020 - Regione Campania

    Regione Campania: disposizioni in tema di attività motoria, di ristorazione con asporto – parziale modifica dell’Ordinanza n.41 del 1 maggio 2020 – conferma di ulteriori disposizioni. Info all’interno dell’articolo […] .

  • Ordinanza n.41 del 01 Maggio 2020 - Regione Campania

    Regione Campania: ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, con decorrenza dal 4 maggio 2020 e fino al 10 maggio 2020. Maggiori info all’interno dell’articolo […]

  • Lettera del Sindaco al Presidente del Consiglio

    Il sindaco Mariano Fuoco scrive alla Presidenza del Consiglio rilevando gli evidenti disagi e limiti dei cittadini di San Pietro Infine, considerata la posizione geografica del paese posto ai confini di due regioni […]

  • Sostegno al fitto delle abitazioni principali

    La direzione generale dell’Assessorato al Governo del territorio della Regione Campania ha pubblicato l’avviso per il sostegno all’affitto delle abitazioni principali . Potranno accedere al contributo, i nuclei familiari titolari di un contratto di locazione che hanno … […]

  • Proroga scadenza documenti

    Col Decreto Legge 18 del 17/03/2020 la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha prorogato la scadenza di alcuni importanti documenti: l’elenco all’interno dell’articolo […]

  • Coronavirus, al via la fase 2

    Il Premier Giuseppe Conte anticipa le novità della Fase 2, i contenuti del nuovo decreto con gli aiuti economici per cittadini e imprese, il calendario delle riaperture per le attività produttive … fermo restando che tale fase sarà adattata all’andamento della curva dei contagi . […]

  • Ordinanza n.39 del 25 aprile 2020 - Regione Campania

    Operazioni ed interventi propedeutici alla riapertura di attività ricettive, balneari e produttive- Attività edilizia.- Approvazione protocollo di sicurezza- Parziale modifica delle Ordinanze n.32 del 12 aprile 2020 e n.37 del 22 aprile 2020-Attività motoria all’aperto. […]

  • Consegna mascherine

    A partire da Venerdì 01 Maggio i volontari della Protezione civile inizieranno la consegna delle mascherine (2/famiglia) , come da piano di distribuzione alla cittadinanza da parte della Regione Campania. […]

  • COVID-19 - DISTRIBUZIONE MASCHERINE ALLE FARMACIE

    E’ cominciata dal 16/04/2020 la distribuzione alle farmacie della regione delle prime 500.000 mascherine acquistate dalla Regione Campania. Questo primo blocco, come da protocollo con Federfarma e Assofarma, sarà distribuito prioritariamente alle fasce deboli partendo dall’esenzione ticket, alle persone anziane, e a quelle … […]

  • AVVISO Raccolta Rifiuti

    In occasione delle imminenti festività la raccolta dei rifiuti subirà le seguenti variazioni: la raccolta prevista per il 25 Aprile verrà posticipata a martedì 28 Aprile e la raccolta prevista per il 01 Maggio verrà positicipata a sabato 02 Maggio […]

Servizi

Albo Pretorio Online
Amministrazione Trasparente
CORONAVIRUS
Delibere di Giunta

News

AVVISO Colloquio selezione personale categoria B more_vert
AVVISO Colloquio selezione personale categoria B close

COLLOQUIO SELEZIONE PERSONALE CATEGORIA B

IL RESPONSABILE AREA AMMINISTRATIVA RENDE NOTO

che il colloquio relativo alla selezione riservato esclusivamente al personale del Consorzio Unico di Bacino delle Province di Napoli e Caserta in liquidazione e del Consorzio di bacino Sa2 in liquidazione, per la copertura di n. 1 Posto a tempo pieno e indeterminato cat. B1, Collaboratore amministrativo presso l'area amministrativa e di n. 1 posto a tempo pieno e indeterminato di collaboratore amministrativo cat. B1 presso l'Area finanziaria è fissato per il giorno

Mercoledì 3 Giugno ore 11.00

presso i locali del Comune di San Pietro Infine (CE).

Si comunica che sarà garantita l'osservanza delle vigenti disposizioni normative in tema di misure preventive per ridurre il rischio di contagio da coronavirus COVId-19 e garantire la massima tutela dei candidati, dei componenti della Commissione e di tutti i presenti. A tal fine, il colloquio avverrà nell'Aula Consiliare, più ampia e adatta al rispetto delle prescrizioni sopra richiamate. Tutti i presenti dovranno attenersi alle misure igienico-sanitarie, di distanziamento e sicurezza e alle indicazioni che verranno comunicate dal Presidente di Commissione. I candidati dovranno presentarsi al colloquio muniti di un valido documento di riconoscimento, a pena di esclusione dalla selezione. La mancata presentazione all'ora e nel giorno stabiliti per il colloquio equivarrà a rinuncia alla procedura selettiva. San Pietro Infine, 26.05.2020 Il Responsabile del Servizio F.to Paola stringhini
Allegati: [download id="4157"] (pdf 171kb) [download id="4162"] (xlsx 13kb) [download id="4165"] (xlsx 14kb)  

Ordinanza 49 del 20 Maggio 2020 - Regione Campania more_vert
Ordinanza 49 del 20 Maggio 2020 - Regione Campania close

Ordinanza 49 del 20 Maggio 2020 Regione Campania

 
  • Ristoranti, bar .....

    • Fino al 03 giugno 2020,  e fatto salvo  l’adozione di ulteriori provvedimenti in conseguenza dell’evoluzione della situazione epidemiologica, su tutto il territorio regionale [...]
    • obbligo di chiusura serale entro le ore 23,00 per bar,  "baretti´ , vinerie, gelaterie, pasticcerie, chioschi ed esercizi di somministrazione ambulante di bibite ;
    • obbligo di servizio al tavolo agli altri esercizi pubblici di ristorazione - per i quali non vige il limite orario sopra indicato (fermo restando la facoltà di asporto e consegna a domicilio);
    • divieto di svolgimento di eventi e attività di ogni genere in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso;

  • Ripresa attività Autoscuole - Centri di Istruzione Automobilistica - Scuole Nautiche - Studi consulenza automobilistica
  • Ripresa attivita mercatali anche per le categorie merceologiche diverse dai generi alimentari
  • Obbligo utilizzo dispositivi di protezione individuale nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico

Riferimenti: Ordinanze del Presidente della Regione Campania  

Ripresa attività Mercato Comunale more_vert
Ripresa attività Mercato Comunale close

Ripresa attività Mercato Comunale

Si avvisa la cittadinanza che ,

a partire da Venerdì 22 Maggio 2020

compatibilmente con l’andamento dell’epidemia nonché la tutela della salute del personale addetto e dell’utenza,

riprenderanno le attività mercatali anche per le categorie merceologiche diverse dalle rivendite di generi alimentari,

con l'obbligo di tutti gli esercenti ed utenti di puntuale osservanza delle misure precauzionali , così come previsto dall'Allegato n.2 dell'ordinanza regionale n.49 del 20/05/2020 (uso di mascherine, guanti, distanza interpersonale, divieto di assembramento ... )


 

Ordinanza 48 del 17 Maggio 2020 - Regione Campania more_vert
Ordinanza 48 del 17 Maggio 2020 - Regione Campania close

Ordinanza 48 del 17 Maggio 2020 Regione Campania

  A decorrere dal 18 maggio 2020 e fino al 31 luglio 2020, [...]  e salva l’adozione di ulteriori provvedimenti in conseguenza dell’evoluzione della situazione epidemiologica, su tutto il territorio regionale [...] 

Attività commerciali

  • riapertura dei "servizi alla persona" (parrucchieri, barbieri, centri estetici..), con obbligo di puntuale osservanza delle prescrizioni
  • riapertura attività commerciali al dettaglio, i bar (con servizio al banco, non ancora ai tavolini)
  • resta consentito l’esercizio delle attività mercatali, limitatamente a quelle di vendita di generi alimentari .  Le attività relative alle categorie merceologiche diverse da quelle sopra indicate restano sospese fino al 20 maggio 2020
La ristorazione ripartirà dal 21 maggio prossimo.

Apertura di musei, biblioteche, luoghi cultura

  •  Per gli esercizi commerciali si autorizza e si raccomanda l'apertura dalle 7 alle 23, senza obbligo di chiusura domenicale.

 Attività motoria e sportiva

  • Consentito lo svolgimento di attività motoria e sportiva all’aperto, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, purchè nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività, a meno che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o per le persone non autosufficienti ovvero si tratti di persone appartenenti al medesimo nucleo familiare convivente;
  • Per l’attività motoria è obbligatorio l’uso della mascherina;
  • per l’attività sportiva, ove incompatibile con l’uso della mascherina, è fatto comunque obbligo di portarla con sé e di indossarla ove ci si trovi in prossimità di altre persone;
  • L’attività sportiva nei circoli ed associazioni sportive di discipline che consentono il rispetto della prescritta distanza interpersonale (quali tennis, ginnastica, pattinaggio) è limitata all’uso degli spazi all’aperto;
  • Resta ferma, fino al 25 maggio 2020, la chiusura delle piscine e delle palestre;

Confermato l'obbligo della mascherina all'aperto.

  • Su tutto il territorio regionale resta confermato l’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale di cui all’art.16 del decreto-legge n.18/2020 (cd. mascherine) nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico del territorio regionale;
  • Non sono soggetti all'obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonche' i soggetti con forme di disabilita' non compatibili con l'uso continuativo della mascherina. In tali ultimi casi, laddove possibile, ne è comunque raccomandato l’utilizzo sotto stretta sorveglianza dei soggetti all’uopo titolati.

Ingressi e rientri nel territorio regionale

A tutti i soggetti provenienti dalle altre regioni d’Italia o dall’estero, che faranno ingresso nel territorio regionale, fino al 2 giugno 2020 è fatto obbligo, salvo che l’arrivo sia motivato da comprovate esigenze lavorative (spostamenti da e per il luogo di lavoro) o da comprovati e certificati motivi di salute:
  • di comunicare l’arrivo al Dipartimento di prevenzione della ASL territorialmente competente, al Comune di residenza, domicilio o dimora di destinazione, nonché al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta, ove appartenenti al Servizio Sanitario della RegioneCampania;
  • di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni dall’arrivo, con divieto di contatti sociali;
  • di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza;
  • in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il Dipartimento di prevenzione della ASL territorialmente competente e il proprio medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta ove appartenenti al Servizio Sanitario regionale della Regione Campania, per ogni conseguente determinazione

Allegati: [download id="4126"] Riferimenti  : Regione Campania Elenco Ordinanze

Riapertura Mercato Comunale more_vert
Riapertura Mercato Comunale close

RIAPERTURA MERCATO COMUNALE

Si avvisa la cittadinanza che il mercato comunale , per le sole attività dirette alla vendita di generi alimentari, riaprirà in via continuativa a partire da venerdì 15 Maggio 2020 . Si raccomandano l'uso dei dispositivi di protezione individuale (mascherine/guanti) e il rispetto della distanza interpersonale .

L'ANPCI si allea con San Pietro Infine more_vert
L'ANPCI si allea con San Pietro Infine close

Lettera dell' ANPCI 

al Presidente del Consiglio G.Conte al Governatore della Regione Campania V. de Luca

La presidente dell'Associazione Nazionale Piccoli Comuni d'Italia, Franca Biglio,  condividendole a pieno, si fa interprete delle osservazione espresse nella lettera anche a Lei indirizzata dal Sindaco del Comune di San Pietro Infine, Mariano Fuoco , e invia, a sua volta, una missiva al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Governatore della Regione Campania Vincenzo de Luca
 

BONUS RIVOLTI ALLE PERSONE CON DISABILITÀ NON COPERTE DAL FONDO NON AUTOSUFFICIENTI more_vert
BONUS RIVOLTI ALLE PERSONE CON DISABILITÀ NON COPERTE DAL FONDO NON AUTOSUFFICIENTI close

MISURA 8

BONUS RIVOLTI ALLE PERSONE CON DISABILITÀ NON COPERTE DAL FONDO NON AUTOSUFFICIENTI

Avviso Pubblico di manifestazione d’interesse per l’erogazione di un bonus in favore delle persone con disabilità anche non grave, con priorità ai bambini con disabilità (anche autistica) in età scolare

Destinatari
  • è previsto un bonus di € 600,00 a favore di persone con disabilità accertata ai sensi della normativa di riferimento (L. 104/92) anche non grave, residenti nei Comuni associati nell’Ambito C3;

Non possono partecipare

  • Persone con disabilità inserite nell’elenco già trasmesso in Regione Campania a cura dell’Ambito territoriale perché già beneficiarie del bonus;
  • Persone in possesso della sola certificazione di invalidità civile;
  • Persone con disabilità che usufruiscono del Programma Home Care Premium;
  • Persone con disabilità che usufruiscono del Programma per la Vita Indipendente;
  • Persone con disabilità che usufruiscono del Programma “Dopo di Noi” (L. 112/2016);
  • Persone con disabilità che usufruiscono di assegno di cura

Criteri di priorità

  • attestazione ISEE socio-sanitario inferiore a € 35.000,00;
  • minorenni con disabilità (anche autistica) in età scolare, certificata da struttura pubblica;
  • possesso di certificazione di disabilità grave, riconosciuta ai sensi dell’art. 3 comma 3 della Legge 104/92;
  • persone con disabilità che vivono sole o sono prive di sostegno familiare, sociale e relazionale;

Modalità e termini di presentazione della domanda

La domanda compilata e firmata dovrà essere presentata dall’avente diritto o dal tutore o dall’amministratore di sostegno e dovrà essere consegnata a mano o inviata all’indirizzo pec del Comune (prot.sanpietroinfine@asmepec.it) entro le ore 12.00 del giorno 19/5/ 2020. Alla domanda dovrà essere allegata la certificazione ISEE (ISEE socio-sanitario ai sensi dell’art. 6 del DPCM 5 dicembre 2013, n. 159). Nel caso in cui nello stesso nucleo familiare siano presenti più soggetti con disabilità, la domanda dovrà essere presentata per ciascuna persona.
Allegati: [download id="4090"] (pdf  797kb) [download id="4096"] (pdf  930kb) [download id="4099"] (pdf  191kb)  

Obbligo utilizzo mascherine per tutti i cittadini more_vert
Obbligo utilizzo mascherine per tutti i cittadini close

Avviso alla cittadinanza

Obbligo utilizzo mascherine per tutti i cittadini ai sensi del DPCM 26 aprile 2020.

Dal 4 maggio 2020 è obbligatorio usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto. In particolare:
  • è obbligatorio l'utilizzo di dispositivi di protezioni individuali per le vie respiratorie (cd.mascherine) nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimentodella distanza di sicurezza;
  • le mascherine non sono obbligatorie per i bambini sotto i 6 anni e per i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti;
  • possono essere utilizzate mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o  mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso;
  • l’utilizzo delle mascherine di comunità si aggiunge alle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio (come il distanziamento fisico e l’igiene costante e accurata delle mani) che restano invariate e prioritarie.
I trasgressori saranno puniti a norma di legge.
Allegati: [download id="4085"]  

Misure di prevenzione negli esercizi commerciali aperti al pubblico more_vert
Misure di prevenzione negli esercizi commerciali aperti al pubblico close

AVVISO ALLA CITTADINANZA

Misure di prevenzione negli esercizi commerciali aperti al pubblico ai sensi del DPCM 26 aprile 2020

A decorrere dal 4 maggio 2020 restano sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’Allegato 1 del DPCM 26 aprile 2020, sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali, purché sia consentito l’accesso alle sole predette attività. In particolare

  • SONO CHIUSI, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari.
  • SONO APERTI
    • Ipermercati, Supermercati, Discount di alimentari, Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari,
    • Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
    • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici,
    • Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2),
    • Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati,
    • Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco:47.4),
    • Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico,
    • Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari,
    • Commercio al dettaglio di articoli per l'illuminazione,
    • Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici,
    • Farmacie,
    • Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica (Parafarmacie),
    • Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati,
    • Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l'igiene personale,
    • Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici,
    • Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia,
    • Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento,
    • Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini,
    • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet,
    • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione,
    • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono,
    • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici, Commercio di carta, cartone e articoli di cartoleria,
    • Commercio al dettaglio di libri,
    • Commercio al dettaglio di vestiti per bambini e neonati,
    • Commercio al dettaglio di fiori, piante, semi e fertilizzanti.
Deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro. Gli esercizi commerciali la cui attività non è sospesa ai sensi del DPCM 26 aprile 2020 sono tenuti ad assicurare, oltre alla distanza interpersonale di un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni. Si  raccomanda altresì l’applicazione delle seguenti misure di prevenzione:
  • mantenimento del distanziamento interpersonale di 1 metro
  • sanificazione dei locali almeno due volte al giorno
  • frequente areazione naturale dei locali
  • ampia fruibilità dei sistemi di disinfezione delle mani sia nell’accesso al locale che in prossimità dei prodotti da scaffale che delle casse per il pagamento
  • utilizzo delle mascherine personali in caso di impossibilità anche temporanea di mantenimento del distanziamento interpersonale di 1 metro
  • utilizzo dei guanti “usa e getta” in particolare per l’acquisto di alimenti e bevande
  • adeguata informazione grafica circa gli obblighi di mantenimento del distanziamento interpersonale e delle misure atte alla prevenzione dal contagio
  • ingresso differenziato ai locali secondo le prescrizioni di cui al dpcm 26 aprile 2020 e alle ordinanze regionali e comunali adottate.

I trasgressori saranno puniti a norma di legge


Allegati: [download id="4076"] (pdf 676kb)

Apertura Cimitero Comunale more_vert
Apertura Cimitero Comunale close

Apertura Cimitero Comunale

Ordinanza Sindacale n.11

  Con ordinanza sindacale n.11 del 04 Maggio 2020 , da Mercoledì 6 Maggio riaprirà il Cimitero Comunale , osservando i seguenti giorni ed orari : [table id=12 /] per l’accesso al Cimitero Comunale è:
  • obbligatorio indossare  mascherine protettive;
  • obbligatorio per i visitatori  osservare la distanza minima interpersonale di almeno metri 1 (uno);
  • vietati gli assembramenti;
inoltre
  • alle operazioni di tumulazione e/o estumulazioni potranno assistere solo i familiari e/ conoscenti del defunto fino ad un massimo di 1 5 persone oltre agli operatori della Ditta di onoranze funebri incaricata del trasporto della salma, di un Ministro di Culto e dei Necrofori;
  • è sempre garantita la disponibilità delle camere mortuarie dei cimiteri per l’eventuale ricevimento e la custodia temporanea dei feretri provenienti da fuori il territorio comunale;
  • è fatto obbligo alla Ditta che gestisce il Cimitero comunale, Si.Vi. Servizi cimiteriali di Vitale Silvio, di assicurare durante le ore di apertura al pubblico la presenza di personale all’interno del cimitero e in ogni caso la pronta reperibilità per garantire l’erogazione dei servizi di trasporto, ricevimento, inumazione, tumulazione delle salme

Allegati: [download id="4068"] (pdf 343kb)

CORONAVIRUS - Autocertificazione - Modello maggio 2020 more_vert
CORONAVIRUS - Autocertificazione - Modello maggio 2020 close

 Modello Autocertificazione

Confermata l'ultima versione, con l'aggiunta nello spazio destinato alle dichiarazioni ("a questo riguardo dichiara che...") che lo spostamento è motivato da una

visita a congiunti” senza indicare assolutamente il nome della persona che si va a trovare

Gli spostamenti per incontrare i congiunti , sono  considerati necessari , e come tali giustificati, purchè venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate protezioni alle vie respiratorie . Da lunedì 4 maggio, quindi, basterà scrivere nelle note, ad esempio: visita al congiunto, indicando il grado di parentela, ma non l' identità della persona che si va a trovare per tutelare la privacy. Chi sono i congiunti con cui è consentito incontrarsi, secondo l’articolo 1, comma 1, lettera a), del Dpcm del 26 aprile 2020? L’ambito cui può riferirsi la dizione “congiunti” può indirettamente ricavarsi, sistematicamente, dalle norme sulla parentela e affinità, nonché dalla giurisprudenza in tema di responsabilità civile. Alla luce di questi riferimenti, deve ritenersi che i “congiunti” cui fa riferimento il DPCM ricomprendano: i coniugi, i partner conviventi, i partner delle unioni civili, le persone che sono legate da uno stabile legame affettivo, nonché i parenti fino al sesto grado (come, per esempio, i figli dei cugini tra loro) e gli affini fino al quarto grado (come, per esempio, i cugini del coniuge).
Allegati: [download id="4047"]

Ordinanza n.42 del 02 Maggio 2020 - Regione Campania more_vert
Ordinanza n.42 del 02 Maggio 2020 - Regione Campania close

ORDINANZA n.42

Ordinanza 42Disposizioni in tema di attività motoria Disposizioni in tema di ristorazione con asporto Parziale modifica dell’Ordinanza n.41 del 1 maggio 2020 Conferma di ulteriori disposizioni

  A parziale modifica di quanto disposto dall’Ordinanza n.41 del 1maggio 2020-e, in particolare, in sostituzione dei punti 5. e 6. delrelativo dispositivo-con decorrenza dal 4 maggio 2020 e con efficacia fino al 17 maggio 2020, salvo eventuali ulteriori provvedimentiin ragione della verifica dell’evoluzione epidemiologica, su tutto il territorio regionale:  
  • definizione della fascia oraria tra le 6 e le 8,30 del mattino che viene riservata allo jogging, che non potrà più essere praticato in orario serale. Rimane questa l'unica fascia oraria per una specifica attività senza mascherina, mentre per il resto della giornata è possibile l'attività motoria senza limitazioni di orario e non più solo nei pressi dell'abitazione, sempre con l'obbligo della mascherina
    •  E’ consentito svolgere attività motoria all’aperto, ove compatibile con l’uso obbligatorio della mascherina , in forma individuale, ovvero con accompagnatore, per i minori e le persone non autosufficienti, comunque con obbligo di distanziamento di almeno due metri da ogni altra persona-salvo che si tratti di soggetti appartenenti allo stesso nucleo convivente, ovvero di minori o di persone non autosufficienti. Sono esentati dall’obbligo di utilizzo della mascherina i minori fino asei anni d’età e lepersone con patologie non compatibili con l’uso della stessa.
    • Nella fascia oraria dalle ore 6,00 alle ore 8,30, è consentito, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, svolgere attività sportiva – ivi compresa corsa, footing o jogging- nei limiti consentiti dalle vigenti disposizioni statali, in forma tassativamente individuale, senza obbligo di indossare la mascherina, ma con obbligo di portarla con sé e di indossarla nel caso in cui ci si trovi in prossimità di altre persone.
  • disposizioni che consentono l'asporto
    • Sono consentite, senza i limiti di orario previsti dall’Ordinanza n.39 del 25 aprile 2020 e senza limitazioni di consegna al di fuori del territorio comunale, le attività di ristorazione (fra cui, a titolo esemplificativo, bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, pizzerie), con la sola modalità di prenotazione telefonica ovvero on line e consegna a domicilio, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie nelle diverse fasi di produzione, confezionamento, trasporto e consegna dei cibi 
    • Fermo l’obbligo di rispetto delle previsioni di cui al citato documento Allegato 2 all’Ordinanza n.39 del 25 aprile 2020, pubblicato sul BURC n.90 del 25 aprile 2020, è altresì consentita, da parte dei medesimi esercizi di cui al punto precedente, la vendita con asporto, con divieto di consumare i prodotti all'interno dei locali e nelle immediate vicinanze degli stessi e nel tassativo rispetto delle seguenti, ulteriori misure:
      • che il servizio venga svolto sulla base di prenotazione telefonica o on line
      • che il banco per la consegna degli alimenti sia collocato all’ingresso dell’esercizio commerciale e con addetto dedicato;
      • che, sotto la responsabilità dei gestori, venga assicurato l’adeguato distanziamento sociale, di almeno un metro, tra gli utenti in attesa e tra questi ed eventuali riders impiegati per la consegna a domicilio;
      • che sia assicurato l’utilizzo delle mascherine da parte degli utenti e l’utilizzo di mascherine e guanti da parte del personale.

Allegati: [download id="4039"]

Ordinanza n.41 del 01 Maggio 2020 - Regione Campania more_vert
Ordinanza n.41 del 01 Maggio 2020 - Regione Campania close

 ORDINANZA n.41

 RIENTRI, OBBLIGO MASCHERINE, CONSEGNE A DOMICILIO, ATTIVITÀ MOTORIA

  Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, con decorrenza dal 4 maggio 2020 e fino al 10 maggio 2020, fermo restando le misure statali e regionali vigenti:
  • obbligo di utilizzo delle mascherine;
  • attività motoria;
  • disposizioni in tema di rientri nel territorio regionale;
    • A tutti i soggetti provenienti dalle altre regioni d’Italia o dall’estero, che faranno ingresso nel territorio regionale, è fatto obbligo, salvo che l’arrivo sia motivato da comprovate esigenze lavorative (spostamenti da e per il luogo di lavoro) o da comprovati e certificati motivi di salute di comunicare l’arrivo
      • al Dipartimento di prevenzione della ASL territorialmente competente,
      • al Comune di residenza, domicilio o dimora di destinazione, nonché
      • al proprio medico di medicina generale ovvero
      • al pediatra di libera scelta, ove appartenenti al Servizio Sanitario della Regione Campania;
    • di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni dall’arrivo, con divieto di contatti sociali;
    • di osservare il divieto di spostamenti e viaggi;
    • di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza; 
  • disposizioni in tema di asporto e consegna a domicilio;
    • Sono consentite, senza i limiti di orario previsti dall’Ordinanza n.39 del 25 aprile 2020 e senza limitazioni di consegna al di fuori del territorio comunale, le attività di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), con la sola modalità di prenotazione telefonica ovvero on line e consegna a domicilio, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie nelle diverse fasi di produzione, confezionamento, trasporto e consegna dei cibi e nel rispetto del documento Allegato 2 all’Ordinanza n.39 del 25 aprile 2020, pubblicato sul BURC n.90 del 25 aprile 2020. Resta vietata la vendita con asporto.
  • ulteriori disposizioni;

Allegati: [download id="4032"] (pdf 5439kb)

Lettera del Sindaco al Presidente del Consiglio more_vert
Lettera del Sindaco al Presidente del Consiglio close

Lettera del Sindaco Mariano Fuoco Sindaco di San Pietro Infineal Presidente del Consiglio dei Ministri

  Egregio Signor Presidente, Le scrivo in merito all’art. 1 comma 1, lettera a) del DPCM del 26 aprile 2020, riferendomi in particolare “al divieto di spostamento delle persone fisiche in regione diversa di quella dove attualmente si trovano salvo per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute;” Il Comune di San Pietro Infine appartiene alla Provincia di Caserta ma è collocato nella punta nord della Campania, confinante ad Est con la Regione Molise ed a Ovest con la Regione Lazio. La morfologia territoriale proietta in modo naturale il Comune di San Pietro Infine nel Lazio, poiché i monti che circondano il territorio lo delimitano dal Molise e dalla Campania. Questa particolarità ha fatto sì che tutte le attività necessarie alla cittadinanza siano da sempre espletate nel limitrofo comune di Cassino (FR), ricadente nel Lazio ma ad una esigua distanza di soli 10 Km circa. San Pietro Infine, nonostante comune campano, appartiene alla giurisdizione della Procura del Tribunale di Cassino (FR) e alla diocesi di Cassino- Sora-Aquino- (FR), quindi del Lazio. La vicina cittadina di Cassino è sede di lavoro, di studi, di acquisti, di vita sociale, per circa il 95% della popolazione del nostro comune. Gli istituti scolastici superiori e l’Università di Cassino raccolgono la maggior parte degli studenti dei Comuni campani dell’alto casertano. Le attività e le strutture presenti nel Lazio limitrofo, come Stabilimento FIAT, Uffici, banche, CAF, INPS, Agenzia delle Entrate, centri commerciali e tutto l’indotto correlato, sono regolarmente frequentati dai cittadini dell’Alto Casertano. Solo una minima parte del nostro comprensorio territoriale si riversa in Molise, nel comune di Venafro (IS), anch’esso a ridosso del confine campano. La limitazione di movimento limitrofo di tutti noi abitanti in zone regionali di confine, di cui al DPCM in parola, comporterà pertanto inusuali spostamenti dai 20/25 Km fino ai circa 70 km di Caserta, all’interno della nostra Regione ma per ricevere gli stessi servizi fruibili, da sempre, a soli 10 Km seppur fuori Regione. Va sottolineata difatti la necessità di raggiungere supermercati e discount più adeguati all’economia delle famiglie che sono state invece molto penalizzate, in questa fase di lockdown, dall’insostenibile lievitazione dei costi nei piccoli punti di vendita che insistono nel territorio dell’alto casertano.  Sono incalzanti le richieste che ricevo in tal senso quotidianamente, da parte di cittadini che, a partire dal 4 maggio prossimo, dovrebbero invece allontanarsi di molti km all’interno della Regione per rientrare nelle disponibilità economiche familiari. La stessa possibilità di visita a congiunti e parenti, autorizzata dal citato DPCM per gli abitanti della stessa Regione anche a distanze elevate, diventerà paradossalmente impossibile e quindi discriminatoria per parenti seppur vicinissimi: abbiamo ad esempio famiglie congiunte nel Comune di San Vittore del Lazio a soli 3 Km dal nostro confine regionale o addirittura a ridosso di esso. Ritenendo che tutto quanto esposto costituisca indubbia difficoltà per i Comuni a ridosso dei confini Regionali,  mi appello alla Sua riconosciuta attenzione e sensibilità chiedendoLe di valutare la possibilità di proroga all’art. 1, comma 1, lettera a) del DPCM 26 aprile 2020, per quanto concerne il divieto di sconfinamento regionale, ampliando auspicabilmente tale spostamento oltre il discusso confine regionale ad un raggio di  almeno 15 Km, consentendo ai “cittadini di confine”  di rientrare in una condizione di maggiore usualità e di fruire delle stesse opportunità dei residenti nelle zone più interne della propria Regione. Confidando nella comprensiva accoglienza della presente, Le porgo distinti saluti.
Allegati: [download id="4018"]

Sostegno al fitto delle abitazioni principali more_vert
Sostegno al fitto delle abitazioni principali close

Sostegno al fitto delle abitazioni principali per situazioni di emergenza socio/economica

  Il contributo è destinato ai nuclei familiari titolari di un contratto di locazione che hanno subito una diminuzione della capacità reddituale per effetto delle misure restrittive per il contenimento dell’epidemia da COVID-19. L’ammontare del contributo da erogare è pari al 50% del canone mensile per tre mensilità, per un importo massimo del contributo complessivo pari a € 750,00. La domanda per la concessione del contributo va presentata al Comune dove è situato l’immobile condotto in locazione mediante autocertificazione, ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 445/2000, del possesso di tutti i requisiti di accesso al contributo, compreso la diminuzione del volume d’affari per i titolari di reddito di impresa, arte o professione e/o la riduzione del reddito da lavoro dipendente/assimilato;

La domanda dovrà essere presentata entro le ore 12:00 del giorno 11 Maggio 2020

  • a mezzo pec all'indirizzo prot.sanpietroinfine@asmepec.it oppure
  • a mezzo mail all'indirizzo comunesanpietroinfine@virgilio.it
 
  • Responsabile del Procedimento: Paola Stringhini
  • Email Responsabile del Procedimento anagrafe.sanpietroinfine@gmail.com
La domanda per la concessione del contributo potrà essere presentata da un componente maggiorenne incluso nel nucleo familiare, anche non intestatario del contratto di locazione, purché residente nel medesimo alloggio oggetto del contratto di locazione. Il Comune di San Pietro Infine raccoglie le domande dei nuclei familiari in possesso dei requisiti previsti dalla Regione Campania, fa un controllo sulla regolarità formale delle autocertificazioni e predispone un elenco dei beneficiari con indicazione del contributo spettante a ciascuno di essi. I Comuni trasmettono l’elenco alla Regione Campania entro e non oltre le ore 18.00 del 12 maggio. La Regione provvederà all'accredito del totale dei contributi spettanti a ciascuna Amministrazione Comunale, in proporzione al numero di domande complessivamente pervenute. Una volta ricevuto l’accredito da parte della Regione, il comune di San Pietro Infine  provvederà alla erogazione dei contributi a favore dei  beneficiari nell’ordine di  graduatoria per l’importo ad ognuno di  essi spettante, fino ad esaurimento fondi. In allegato documentazione e modulistica per l’accesso al beneficio.
Allegati: [download id="4008"] (pdf 163kb) [download id="3963"] (pdf 528kb) [download id="3966"] (pdf 270kb) [download id="3969"] (pdf 98kb) [download id="3972"] (pdf 137kb) [download id="3975"] (doc 70kb)      

Proroga scadenza documenti more_vert
Proroga scadenza documenti close

Giuseppe Conte Presidente del Consiglio

Proroga scadenza documenti

Decreto Legge 'Cura Italia'

 

Col Decreto Legge 18 del 17/03/2020 la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha prorogato la scadenza di alcuni importanti documenti

Queste le principali proroghe delle scadenze di importanti documenti che sono state predisposte dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con il Decreto Legge 18 del 17.03.2020 (G.U. 70 del 17.03.2020) e dai Decreti Ministeriali del 10 marzo 2020 e numeri 108 e 115 del MIT:
  • PATENTE 31.08.2020
  • REVISIONE 31.10.2020
  • DOCUMENTI DI RICONOSCIMENTO E D’IDENTITÀ 31.08.2020
  • FOGLIO ROSA 30.06.2020
  • CQC 30.06.2020
  • CFP 30.06.2020
  • PERMESSO PROVVISORIO GUIDA (comm. medica) 30.06.2020
  • DIVIETO CIRCOLAZIONE TRASP. INTERNAZIONALE 15/22.03.2020

Allegati: [download id="3700"]  (pdf 173kb) [download id="3703"]  (pdf 2934kb)

Coronavirus, al via la fase 2 more_vert
Coronavirus, al via la fase 2 close

Coronavirus al via la FASE 2

 

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha annunciato nella cosiddetta "fase 2" (in conferenza stampa del 26 aprile 2020) le misure per il contenimento dell'emergenza Covid-19 .

La fase 2 , che scatta dal 4 maggio , sarà comunque adattata all'andamento della curva dei contagi

  Ecco le principali misure  - ancora in versione provvisoria - che il governo si appresta a varare:
  • NO SPOSTAMENTI TRA REGIONI Resta il divieto di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute; è in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.
  • POSSIBILE RIENTRO IN DOMICILIO ANCHE DALL'ESTERO E' possibile rientrare dall'estero in Italia per incontrare i congiunti o per rientrare nel proprio domicilio o residenza. E' quanto prevede il Dpcm. Gli italiani che rientrano in patria dovranno comunicare i motivi del viaggio, l'indirizzo completo dell'abitazione o della dimora in Italia dove sara' svolto il periodo di quarantena, il mezzo di trasporto privato che verra' utilizzato per raggiungere la stessa e il proprio recapito telefonico.
  • SI ALLE VISITE FAMILIARI Si potrà visitare i propri parenti ma sempre nel rispetto delle distanze di sicurezza. No, dunque, a riunioni di famiglia e party privati.
  • RIAPRONO PARCHI E GIARDINI Parchi, ville e aree verdi riaprono ma sempre nel rispetto delle distanze di sicurezza e con misure di contingentamento per evitare assembramenti. I sindaci potranno chiuderli se non possono essere rispettare queste misure.
  • LE SCUOLE RESTANO CHIUSE Nessuna possibilità di tornare tra i banchi per concludere l'anno scolastico.
  • NO OBBLIGO A MASCHERINA PER BAMBINI SOTTO I 6 ANNI Il nuovo decreto prevede che "non sono soggetti all'obbligo di mascherine i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti". Il Dpcm sulla fase due conferma l'obbligo di mascherine "nei luoghi confinati aperti al pubblico inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza.
  • Secondo il decreto, possono essere utilizzate mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso."
  • SI' ALLA CORSA LONTANO DA CASA  Si potrà correre lontano dall'abitazione ma rispettando una distanza di due metri dagli altri, tranne che per i conviventi. Per le passeggiare invece la distanza è di un metro. Sono sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali (fatta eccezione per l'erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza), centri culturali, centri sociali, centri ricreativi.
  • ALLENAMENTI PROFESSIONISTI Dal 4 maggio nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, sono consentiti gli allenamenti a porte chiuse, per gli atleti di discipline sportive individuali. Per gli sport di squadra il via libera slitta al 18 maggio.
  • FUNERALI PRIVATI Sono sospese le cerimonie civili e religiose; sono consentite le cerimonie funebri con l'esclusiva partecipazione di parenti di primo e secondo grado e, comunque, fino a un massimo di quindici persone, con funzione da svolgersi preferibilmente all'aperto, indossando mascherine protettive e rispettando rigorosamente le misure di distanziamento sociale.
  • MUSEI Riaprono i musei e le mostre con un contingentamento degli ingressi dal 18 maggio. Restano chiusi invece cinema, teatri.
  • TAKE AWAY Dal 4 maggio si potrà andare a comprare cibo da asporto, da consumare a casa o in ufficio.
  • NEGOZI, BARBIERI e RISTORANTI I negozi riapriranno dal 18 maggio rispettando le misure di distanziamento. I parrucchieri e barbieri, invece, sempre con rigidi protocolli, dovranno aspettare il 1 giugno. Stessa data, pare, per i ristoranti.
  • EDILIZIA, CANTIERI I cantieri privati dovranno aspettare il 4 maggio mentre dal 27 ripartono manifattura e costruzioni nel settore pubblico.
  • TRASPORTI Le Regioni dovranno disporre la programmazione del trasporto pubblico locale, anche non di linea, sulla base delle effettive esigenze e al solo fine di assicurare i servizi minimi essenziali, la cui erogazione deve, comunque, essere modulata in modo tale da evitare il sovraffollamento dei mezzi di trasporto nelle fasce orarie della giornata in cui si registra la maggiore presenza di utenti. Per le medesime finalità il ministro delle infrastrutture e dei trasporti, con decreto adottato di concerto con il ministro della Salute, puo' disporre, al fine di contenere l'emergenza sanitaria, riduzioni, sospensioni o limitazioni nei servizi di trasporto, anche internazionale, automobilistico, ferroviario, aereo, marittimo e nelle acque interne, anche imponendo specifici obblighi agli utenti, agli equipaggi, nonché ai vettori ed agli armatori.

Curva del contagio

Qualora i numeri sui nuovi contagi dovessero rivelare che le riaperture hanno generato una recrudescenza del virus (in base a soglie specifiche individuate allo scopo), il Governo potrà decretare la ripresa del lockdown.
Allegati: [download id="3998"]

Ordinanza n.39 del 25 aprile 2020 - Regione Campania more_vert
Ordinanza n.39 del 25 aprile 2020 - Regione Campania close

COVID-19 ORDINANZA N.39 DEL 25 APRILE 2020

1. Con decorrenza dal 27 aprile 2020 e fino al 3 maggio 2020, su tutto il territorio regionale sono consentite: a) previa comunicazione al Prefetto competente, le attività conservative e di manutenzione, di pulizia e sanificazione nei locali ed aree adibiti allo svolgimento di attività commerciali e produttive, ancorché sospese per effetto della vigente disciplina statale e/o regionale, ivi comprese le attività alberghiere e ricettive in genere nonché quelle balneari e quelle relative alla manutenzione, conservazione e lavorazione delle pelli; b) l’attività edilizia nei limiti delle attività con codici ATECO ammessi dalla vigente disciplina nazionale (DPCM 10 aprile 2020). 2. È approvato il documento Allegato 1 al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale, recante le misure precauzionali obbligatorie per la sicurezza nei cantieri edili. Le indicate misure di sicurezza e precauzionali si applicano, altresì, agli esercenti ed operatori impegnati nelle attività di cui alla lettera a) del punto 1 della presente Ordinanza, per quanto compatibili in relazione alle attività da svolgere. 3. A parziale modifica dell’Ordinanza n.37 del 22 aprile 2020, dal 27 aprile 2020 e fino al 3 maggio 2020, sono consentite le attività e i servizi di ristorazione - fra cui pub, bar, gastronomie, ristoranti, pizzerie, gelaterie e pasticcerie- con la sola modalità di prenotazione telefonica ovvero on line e consegna a domicilio, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie nelle diverse fasi di produzione, confezionamento, trasporto e consegna dei cibi e salvo quanto previsto al successivo punto 4, con i seguenti orari: 3.1. quanto ai bar, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie, gastronomie, tavole calde e similari, dalle ore 7,00 e con possibilità di effettuare l’ultima corsa di consegna alle ore 14,00; 3.2. quanto ai ristoranti e pizzerie, dalle ore 16,00 e con possibilità di effettuare l’ultima corsa di consegna alle ore 23,00. 3.3 Negli orari di cui ai precedenti punti 3.1 e 3.2 non è computato il tempo necessario alle operazioni di pulizia e organizzazione dell’attività, anteriori e successive alla stessa, da svolgersi ad esercizio chiuso. 4. E’ fatto obbligo, agli esercenti ed operatori impegnati nelle attività di cui al precedente punto 3 e per gli utenti, di osservare le misure di sicurezza e precauzionali prescritte nel documento Allegato sub 2 al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale, che sostituisce l’Allegato A all’Ordinanza n.37 del 22 aprile 2020. 5. Per la durata di vigenza della presente ordinanza resta vietata la vendita al banco di prodotti di rosticceria e gastronomia da parte delle salumerie, panifici e altri negozi di generi alimentari. Resta consentita la vendita con consegna a domicilio dei prodotti opportunamente confezionati e con obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale di cui all’art.16 del decreto legge n.18/2020 da parte degli addetti alle consegne. 6. Con decorrenza dal 27 aprile 2020 e fino al 3 maggio 2020, fermo restando il divieto di svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto, è consentito svolgere individualmente attività motoria all’aperto, ove compatibile con l’uso obbligatorio della mascherina, in prossimità della propria abitazione, e comunque con obbligo di distanziamento di almeno due metri da ogni altra persona- salvo che si tratti di soggetti appartenenti allo stesso nucleo convivente- nelle seguenti fasce orarie: - ore 6,30-8,30; - ore 19,00-22,00.
Allegati: [download id="3986"] (pdf 470kb) [download id="3989"] (pdf 3131kb) [download id="3992"] (pdf 1293kb)  

Consegna mascherine more_vert
Consegna mascherine close

Consegna mascherine

Nel Piano di distribuzione delle mascherine alla cittadinanza da parte della Regione Campania, il giorno 30 aprile il Comune di San Pietro Infine, come da calendario, provvederà a ritirarle presso il Centro Servizi del Consorzio ASI di Napoli.

A partire da Venerdì 01 Maggio i volontari della Protezione civile inizieranno la consegna delle mascherine (2/famiglia) .

COVID-19 - DISTRIBUZIONE MASCHERINE ALLE FARMACIE more_vert
COVID-19 - DISTRIBUZIONE MASCHERINE ALLE FARMACIE close

COVID-19 DISTRIBUZIONE MASCHERINE ALLE FARMACIE

E'  cominciata dal 16/04/2020 la distribuzione alle farmacie della regione delle prime 500.000 mascherine acquistate dalla Regione Campania. Questo primo blocco, come da protocollo con Federfarma e Assofarma, sarà distribuito prioritariamente alle fasce deboli partendo dall'esenzione ticket, alle persone anziane, e a quelle che hanno terminato la quarantena. A partire dal 20/04/2020 poi, le mascherine saranno distribuite a tutte le 1.800 farmacie della Campania e, progressivamente, ai medici di famiglia, e quindi alle famiglie campane prima di renderne obbligatorio l'uso per tutti, all'esterno delle abitazioni, in vista dell'imminente Fase 2. La Regione, che ne acquisterà tre milioni, ha già avuto la disponibilità da Poste Italiane alla consegna diretta delle mascherine nelle prossime settimane.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi